Ferro M.C.

Sec. X

Il termine, che si può tradurre con “doppia fede”, indica la coesistenza e la frequente commistione di antiche tradizioni pagane e popolari con il cristianesimo, che a partire dal X secolo era penetrato nelle terre slave orientali. Trattasi di un fenomeno di transizione che gradualmente restò confinato nelle zone rurali. L’argomento ha suscitato a lungo l’interesse degli studiosi di folclore e di storia del cristianesimo. Recentemente S. Rock ha criticato questo concetto sostenendo che quella del dvoeverie sarebbe una teoria creata dagli studiosi del xix secolo, che non corrisponde sostanzialmente alla realtà del medioevo slavo orientale. La commistione di elementi cristiani e pagani in area slava orientale, soprattutto nell’ambito delle pratiche magiche, si è conservata in realtà fino all’epoca contemporanea. 

Bibliografia: W. F. Ryan, The Bathhouse at Midnight: Magic in Russia, University Park (pa) 1999; S. Rock, Popular Religion in Russia: “Double Belief” and the Making of an Academic Myth, Abingdon-Oxon 2007.


Di: Ferro M.C.
Copyright dell'autore